Cronologia

indietro

1452
Leonardo nasce a Vinci il 15 aprile, figlio naturale del notaio ser Piero di Antonio da Vinci. Ad Arezzo, in San Francesco, Piero della Francesca inizia il ciclo di affreschi con la Leggenda della vera Croce.

1454
La Pace di Lodi apre un periodo di stabilità politica in Italia.

1469
Presumibilmente in questo anno entra nella bottega del Verrocchio.

1472
È iscritto nella compagnia dei pittori, la Compagnia di San Luca. A partire da questa data sono da collocarsi le sue prime opere: apparati per feste e tornei, un cartone per arazzo (perduto) e i dipinti di incerta datazione.

1473
Data (5 agosto) il disegno con il Paesaggio della valle dell'Amo (Firenze, Uffizi).

1476
È accusato di sodomia assieme ad altre persone. È assolto dall'accusa. A Milano Galeazzo Maria Sforza è assassinato in una congiura. Gli succede il figlio Gian Galeazzo, la città è governata dal Simonetta.

1478
È incaricato di eseguire la pala d'altare per la cappella di San Bernardo nel Palazzo della Signoria. In questo stesso anno afferma di avere eseguito due dipinti della Vergine, uno dei quali è identificato con la Madonna Benois. La Congiura dei Pazzi, fomentata dal papa Sisto IV, fallisce; muore Giuliano de' Medici, ma l'autorità del fratello, Lorenzo il Magnifico, ne esce rafforzata.

1480
Secondo "l'Anonimo Gaddiano", lavora per Lorenzo de' Medici. Ludovico Sforza uccide il Simonetta, imprigiona il nipote e diventa illegittimamente signore di Milano.

1481
Contratto per l'Adorazione dei magi.

1482
Si trasferisce a Milano lasciando incompiuta l'Adorazione dei magi.

1483
A Milano, stipula il contratto per la Vergine delle rocce assieme a Evangelista e Ambrogio De Predis. Raffaello nasce a Urbino.

1487
Pagamenti per i progetti per il tiburio del Duomo di Milano.

1488
Verrocchio muore a Venezia, dove stava realizzando il monumento equestre del Colleoni. Bramante è a Pavia, dove è Consultato per il progetto del Duomo.

1489
Realizza degli apparati provvisori per festeggiare le nozze tra Gian Galeazze Sforza e Isabella d'Aragona. In questo stesso anno hanno inizio i preparativi per la colossale statua equestre in onore di Francesco Sforza.

1491
Giangiacomo Caprotti da Oreno detto "Salai", che allora aveva dieci anni, entra al servizio di Leonardo. Il soprannome "Salai", che vuol dire "diavolo", deriva dal carattere turbolento del ragazzo.

1492
In occasione del matrimonio tra Ludovico il Moro e Beatrice d'Este, disegna i costumi per il corteo di sciti e di tartari. A Firenze muore Lorenzo de' Medici. Si incrina il sistema di alleanze sancito dalla Pace di Lodi.

1494
Lavori di bonifica a una tenuta dei duchi presso Vigevano. Il re di Francia Carlo VIII, alleatosi con Ludovico il Moro, scende in Italia a rivendicare i suoi diritti sul Regno di Napoli.

1495
Inizia il Cenacolo e anche la decorazione dei camerini del Castello Sforzesco. L'artista è citato come ingegnere ducale.

1497
Il duca di Milano sollecita l'artista a portare a termine il Cenacolo, che è probabilmente concluso alla fine dell'anno.

1498
Termina la decorazione della Sala delle Asse nel Castello Sforzesco. Il Pollaiolo muore a Roma, dove aveva realizzato le tombe di Sisto IV e di Innocenzo VIII. Michelangelo è incaricato di scolpire la Pietà in San Pietro. A Firenze Savonarola è mandato al rogo.

1499
Lascia Milano in compagnia di Luca Pacioli.Si ferma prima a Vaprio presso il Melzi, poi si dirige a Venezia passando per Mantova, dove esegue due ritratti di Isabella d'Este. Luca Signorelli inizia gli affreschi della Cappella di San Brizio nel Duomo di Orvieto. Milano è occupata dal re di Francia Luigi XII.
1500
A marzo arriva a Venezia. Rientra a Firenze e alloggia presso il convento dei Serviti alla Santissima Annunziata. A Firenze, Piero di Cosimo dipinge le Storie dell'umanità primitiva.

1502
Entra al servizio di Cesare Borgia come architetto e ingegnere generale, Seguendolo nelle sue campagne militari in Romagna. A Roma, Bramante inizia il Tempietto di San Pietro in Montorio e il Cortile del Belvedere.

1503
Ritorna a Firenze dove, secondo il Vasari, esegue la Gioconda. Elabora progetti di deviazione dell'Arno durante l'assedio di Pisa.La Signoria lo incarica di dipingere la Battaglia di Anghiari.

1504
Continua a lavorare alla Battaglia di Anghiari. E chiamato a far parte della commissione che deve decidere la collocazione del David di Michelangelo. Primi studi per la Leda. Michelangelo termina il David commissionato tre anni prima dalla Repubblica di Firenze.

Raffaello dipinge il Matrimonio della Vergine. Si trasferisce poi a Firenze, dove è profondamente influenzato dall'opera di Leonardo.

1506
Lascia Firenze per Milano, impegnandosi a rientrare entro tre mesi. Il soggiorno milanese si prolunga più del previsto.

1508
Vive a Firenze e poi ritorna a Milano. A Roma, Michelangelo si impegna ad affrescare la volta della Cappella Sistina. A Venezia, Giorgione e Tiziano affrescano il Fondaco dei Tedeschi.

1509
Studi geologici delle valli lombarde. Raffaello è a Roma, dove inizia la decorazione delle Stanze.

1510
Studi di anatomia con Marcantonio della Torre all'Università di Pavia.

1512
Michelangelo porta a termine gli affreschi sulla volta della Cappella Sistina. Gli Sforza tornano a Milano.

1513
Parte da Milano per Roma, dove alloggia in Vaticano, nel Belvedere, sotto la protezione di Giuliano de' Medici. Si tratterrà nella città per tre anni, occupandosi di studi matematici e scientifici. Muore Giulio II. Gli succede Giovanni de' Medici con il nome di Leone X. A Firenze, Andrea del Sarto inizia il ciclo di affreschi con le Storie della Vergine. A Milano, Cesare da Sesto con il suo Battesimo di Cristo realizza una sintesi tra lo stile di Leonardo e quello di Raffaello.

1514
Progetti per il prosciugamento delle paludi pontine e per il porto di Civitavecchia. A Roma muore Bramante. Raffaello gli succede come architetto della Fabbrica di San Pietro.

1515
Francesco I diventa rè di Francia. Con la vittoria di Marignano riconquista Milano. Raffaello lavora ai cartoni per gli arazzi della Sistina.

1516
Carlo d'Asburgo diventa re di Spagna.

1517
Si trasferisce ad Amboise, alla corte di Francesco I di Francia. A metà gennaio visita Romorantin con lo stesso re per progettare un nuovo palazzo reale e la canalizzazione della regione della Sologne. A Roma, Raffaello e la sua bottega dipingono le Logge in Vaticano e la Loggia di Psiche della Villa Farnesina.

1518
Partecipa alle celebrazioni per il battesimo del Delfino e per il matrimonio di Lorenzo de' Medici con una nipote del re.

1519
Il 23 aprile redige il suo testamento.Esecutore testamentario è il pittore e amico Francesco Melzi. Muore il 2 maggio. L'atto di inumazione, in data 12 agosto, lo definisce "nobile milanese, primo pittore e ingegniere e architetto del Re, Meccanico di Stato".Carlo V d'Asburgo è eletto imperatore del Sacro Romano Impero, si apre lo scontro frontale tra la Francia e l'Impero. A Parma, Correggio dipinge la Camera della Badessa nel Convento di San Paolo.
indietro